Caricamento in corso... Si prega di attendere.

Perché una trappola per topi adesiva è più efficace rispetto ad una trappola "killer"?

La trappola per topi adesiva non uccide i topi, ma li immobilizza impedendone la fuga

Perché una trappola per topi adesiva è più efficace rispetto ad una trappola killer?

Le trappole per topi GEA sono sistemi di cattura adesivi, progettati per intrappolare il topo senza ucciderlo. 

Quali sono i motivi per cui è meglio non uccidere i topi ma intrappolarli?

Perché le esche avvelenate rischiano di uccidere molte specie di animali “non bersaglio”

L'utilizzo di esche avvelenate, in luogo di una trappola per topi adesiva, può provocare inavvertitamente la morte non desiderata di altri animali, che non sono oggetto di disinfestazione. Una recente indagine, condotta per conto della Commissione del Parlamento Europeo nel 2012, ha messo in evidenza che, solo in Italia, vi sono stati circa 300 casi di avvelenamento di animali, di cui la maggior parte hanno riguardato animali domestici, cani e gatti. L'utilizzo di una trappola adesiva coadiuvata da un contenitore appositamente studiato per i roditori  protegge gli altri animali dal pericolo di avvelenamento mortale e costituisce un metodo di cattura sicuro per topi e ratti. 

L'utilizzo di una trappola adesiva per topi protegge gli altri animali dal pericolo di avvelenamento mortale e costituisce un metodo di cattura sicuro per topi e ratti. 

Lo stesso vale anche per gli ambienti industriali. Ad esempio nelle realtà aziendali nelle quali vengono allevati polli, suini e altri animali, l'utilizzo di esche avvelenate, piuttosto che di una trappola per topi adesiva, rischierebbe di compromettere la salute dei capi allevati. È dimostrato che gli animali da allevamento muoiono subito dopo l'ingestione anche di una sola dose di veleno.

Un problema sottovalutato, ma che sempre di più si presenta, soprattutto negli ambienti dove si usano abitualmente massicce dosi di derattizzante, è la resistenza al veleno dei topicidi. Talvolta infatti, anche elevate dosi di veleno, non sono sufficienti a garantire la morte dei roditori.

In presenza di una novità nel territorio, quale può essere l'esca avvelenata, la colonia dei topi invia un elemento sacrificabile perchè funga da test (soprattutto nel caso del Rattus Rattus o Ratto nero). Per giorni la colonia ne osserva il comportamento e le reazioni. Una volta morto il topo spedito "in missione", gli altri topi non mangiano più l’esca avvelenata, perché ormai hanno individuato la presenza del topicida.

Indagini recenti, condotte in Germania sulla sequenza genetica del DNA dei topi, hanno messo in luce che oltre il 90% dei topi esaminati, prevalentemente appartenenti alla specie comune del Mus domesticus, hanno sviluppato una resistenza genetica agli anticoagulanti, trasmissibile per via ereditaria.

Per questi topi le esche avvelenate di quella tipologia sono diventate inefficaci: ecco perchè ricorrere ad una trappola per topi adesiva immobilizzante rappresenta la soluzione più efficace contro la minaccia dei topi.